Laser CO2 rimuove in modo semplice e veloce Nei antiestetici, lesioni ed escrescenze cutanee e verruche.

Quali lesioni cutanee si possono trattare con il laser a CO2?

E’ possibile trattare nevi, escrescenze cutanee come i fibromi penduli, cheratosicondilomi anali e genitali, verruche.

Il laser COconsente anche di intervenire in caso di unghia incarnita, con l’asportazione di una piccola parte di unghia (la porzione “incarnita”) e la relativa matrice.

Quali vantaggi offre il laser a CO2?

In modalità iperpulsata, il fascio di luce del laser a COviene emesso in frazioni di tempo infinitesimali e di conseguenza l’energia riesce a disintegrare il tessuto che colpisce, pur utilizzando potenze basse; il processo è talmente rapido e localizzato in un’area minima che il danno termico per i tessuti circostanti è trascurabile. Quindi, in definitiva, è possibile distruggere una lesione con estrema precisione ed efficacia, senza danneggiare i tessuti circostanti.

Questo si traduce in assenza di dolore sulle parti trattate e in una migliore e più rapida capacità di ricrescita dei tessuti, con esiti estetici buoni.

Alla capacità di sezionare e vaporizzare i tessuti, si associa la coagulazione dei capillari sanguigni e questo consente di realizzare interventi privi di sanguinamento.

E quali vantaggi offre rispetto ad altri sistemi di trattamento delle lesioni cutanee?

Rispetto ad altri sistemi di ablazione dei tessuti superficiali, come la crioterapia, la diatermocoalgulazione con il cosiddetto bisturi elettrico o l’applicazione di sostanze chimiche sulla cute, si può certamente affermare che il laser permette di:

  • asportare i tessuti con precisione di decimi di millimetro, cosa non fattibile con gli altri sistemi;
  • asportare la lesione e valutare già al termine della seduta che l’asportazione sia completa ed adeguata, mentre con la crioterapia bisogna aspettare che il tessuto danneggiato cada per valutare il risultato, rendendo spesso necessarie più sedute;
  • eseguire asportazioni senza danneggiare i tessuti limitrofi alla lesione, cosa difficile da realizzare con il bisturi elettrico o con la crioterapia.

È una tecnologia rischiosa?

L’azione del laser si esercita solo sullo strato superficiale dei tessuti trattati. Per agire in profondità bisogna pertanto ripassare più volte sulla medesima superficie cutanea; quindi non c’è assolutamente alcun rischio di lesionare le strutture profonde.

PER INFO E PRENOTAZIONI CONTATTACI