Il cuore è l’organo vitale più importante del nostro corpo e per questo è fondamentale prendersene cura.

QUANDO RIVOLGERSI AL CARDIOLOGO ?

La visita specialistica cardiologica è indicata per chi:

  1. Ha una patologia cardiologica accertata
  2. Avverte i seguenti “segnali d’allarme”:
  • Dolore toracico, anche transitorio e lieve ma che si ripresenti spesso
  • Dolore interscapolare
  • Palpitazioni, tachicardia
  • Fiato corto (dispnea) soprattutto se lo sforzo fisico non è tale da giustificarlo
  • Capogiri, svenimento
  • Senso di affaticamento
  1. Non presenta nessun particolare sintomo o patologia ma presenta i seguenti “fattori di rischio”:
  • Colesterolo altro
  • Pressione alta
  • Patologie o eventi cardiaci in Famiglia
  • Obesità
  • Diabete
  • Fumo
  • Menopausa per le donne
  • Uomo > 40 anni – Donna > 50 anni

A COSA SERVE LA VISITA CARDIOLOGICA ?

La visita cardiologica è una visita specialistica finalizzata a produrre una diagnosi relativa a un eventuale problema di natura cardiologica, che riguarda cioè il cuore, ossia: ipertensione arteriosa, cardiomiopatie, cardiopatia ischiemica, scompenso cardiaco, valvulopatia mitralica e aortica (malattie delle valvole cardiache).

NORME DI PREPARAZIONE PER LA VISITA CARDIOLOGICA ?

La visita cardiologica non richiede nessuna preparazione.

COME SI SVOLGE LA VISITA CARDIOLOGICA ?

Una visita cardiologica completa si svolge in 3 fasi:

  1. Anamnesi: è una indagine conoscitiva in cui il cardiologo raccoglie le informazioni preliminari come la storia clinica del paziente e della famiglia, lo stile di vita, i sintomi avvertiti, eventuali esami ed analisi già effettuati ecc.
  2. Auscultazione del cuore e misurazione della pressione arteriosa
  3. Effettuazione di esami cardiologici come:
    • Elettrocardiogramma:  consente di registrare l’attività elettrica del cuore e permette di individuare eventuale presenza di una malattia cardiaca o di un disturbo del ritmo (aritmia);
    • Ecocardio ColorDoppler: è un ecografia avanzata che comprende sia l’ecografia cardiaca (permette di analizzare stato e dimensione delle camere del cuore) sia l’ecocolordoppler (permette di valutare l’attività di pompaggio del cuore e lo stato delle valvole cardiache);
    • EcoColorDoppler dei Tronchi Sovraortici (TSA): permette di valutare lo stato di salute, la dimensione e lo spessore dei vasi del collo che portano il sangue al cervello e la presenza di eventuali placche che possono ridurre il flusso sanguigno a livello cerebrale.

 

Per info e prenotazioni clicca qui